Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso a di sostanze stupefacenti

Due sentenze che possono lasciar discutere quelle emesse dal Tribunale di Ferrara in data 21 maggio 2009 n. 751 e 25 giugno 2009 n. 296 a seguito di un opposizione a decreto penale di condanna.

In entrammbi i casi si è affermato che la condotta sanzionata dall’art. 187 C.d.S. è costituita dal fatto di porsi alla guida di un veicolo sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, effetto che deve essere sussistente ed attuale e che non può essere accertato attraverso il riscontro della presenza nelle urine di metabolici di sostanza stupefacente, la quale non è dimostrativa dell’attuale sussistenza – al momento detta guida – dello stato di alterazione. Da ciò, la sentenza di proscioglimento, poiché le tracce degli stessi permangono nelle urine anche dopo la fine dell’efficacia del principio attivo.

Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso a di sostanze stupefacentiultima modifica: 2009-09-25T18:36:00+00:00da studio_niro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento