La ex in difficoltà va sostenuta

da ItaliaOggi Ha diritto all’assegno di mantenimento dall’ex la casalinga di mezza età che soffre di depressione. È quanto si evince dalla sentenza della Corte di cassazione n. 4758 del 26 febbraio 2010, con la quale la prima sezione civile ha respinto il ricorso di un uomo che doveva versare un mantenimento di 700 euro al mese in favore della … Continua a leggere

Figli, no alle strumentalizzazioni

da ItaliaOggi Legittima l’espulsione del genitore clandestino anche se i figli vanno ancora a scuola in Italia. Insomma deve lasciare il paese, se non ci sono eventi o necessità eccezionali del bambino, accudito dall’altro genitore munito di permesso di soggiorno. Lo ha ribadito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 5856 del 10 marzo 2010, ha confermato l’espulsione … Continua a leggere

Assegno al figlio non convivente

da il Sole24Ore Il figlio vive fuori casa, sia pure saltuariamente? Non importa: il padre separato deve continuare a corrispondergli l’assegno di mantenimento. E a lasciare alla ex moglie la casa di proprietà. Lo sottolinea la Corte di cassazione con la sentenza 6861 della prima sezione civile depositata il 22 marzo: un’altra pronuncia destinata a fare discutere, ma in coerenza … Continua a leggere

Separazione e scioglimento della comunione legale

È ammissibile la domanda di scioglimento della comunione che può essere proposta anche in pendenza della causa di separazione tra i coniugi. Tuttavia lo scioglimento è effettivo dopo il passaggio in giudicato della sentenza di separazione. Così la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 4757, ha accolto il ricorso di un uomo che, durante la causa di separazione aveva … Continua a leggere

Le convenzioni matrimoniali solo con atto pubblico.

La Corte di cassazione con la sentenza 225 del 2010, ha sancito che le convenzioni matrimoniali che regolano i rapporti patrimoniali dei coniugi, devono risultare da un atto pubblico, altrimenti non sono opponibili ai terzi. Nelle motivazioni redatte dagli Ermellini si evince infatti che “le convenzioni matrimoniali devono essere stipulate a pena di nullità, con atto pubblico che deve fornire … Continua a leggere