Il mantenimento al figlio maggiorenne cessa, se in precedenza ha lavorato.

“Il coniuge separato non ha diritto ad ottenere dall’altro coniuge un assegno per il mantenimento del figlio maggiorenne con il medesimo convivente se quest’ultimo, nonostante non abbia raggiunto un’autosufficienza economica, abbia tuttavia già espletato delle attività lavorative sì da dimostrare il raggiungimento di un’adeguata capacità. In siffatta ipotesi, dunque, viene meno l’obbligo di mantenimento da parte dell’altro genitore che non … Continua a leggere

I nonni non devono mantenere il nipote al posto del figlio separato inadempiente

I nonni non devono al nipote, al posto del figlio separato inadempiente, né il mantenimento né gli alimenti se la madre del bambino è in condizioni economiche tali da riuscire a provvedere da sola al piccolo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 20509 del 30 settembre 2010, ha respinto il ricorso di una mamma … Continua a leggere

Il genitore che non versa il mantenimento per i figli perde l’affidamento condiviso

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 26587 depositata il 17 dicembre 2009, ha stabilito che il giudice della separazione può derogare alla regola dell’affido condiviso, introdotta con la riforma del 2006, e decidere per l’affido esclusivo ad uno dei genitori, quando l’altro non versa ai figli l’assegno di mantenimento. La Suprema Corte ha motivato la decisione affermando che … Continua a leggere

la ex nega al papà di vedere i figli? Deve risarcire il danno per il mancato affetto

da Studio Cataldi Giro di vite contro gli ex coniugi che rendono difficoltose all’altro genitore le visite ai figli. La Corte di Cassazione ha infatti stabilito che in casi del genere può scattar ela condanna al risarcimento del danno per il mancato affetto. La decisione è della Sesta sezione penale della Corte (sentenza n.32562/2010) che si è occupata del caso … Continua a leggere

Comodato e Separazione – Cass. – Sentenza 7 luglio 2010 n. 15986

Con la sentenza in oggetto i Giudici della Suprema Corte hanno affermato il diritto alla restituzione della casa concessa in comodato dai suoceri al figlio ed alla moglie, ed adibita ad abitazione familiare, anche se dopo la separazione l’immobile è stato assegnato alla donna affidataria dei figli. Gli Ermellini hanno affermato come la “convenzione negoziale (comodato) fosse privo di termine … Continua a leggere

Riduzione dell’assegno di mantenimento se il coniuge paga il mutuo della casa assegnata alla moglie

I giudici della Suprema Corte con la sentenza del 25 giugno scorso hanno stabilito che fino a quando c’è il mutuo da pagare, la misura dell’assegno di mantenimento riconosciuta all’altro coniuge può essere ridotta. Gli Ermellini, infatti hanno riconosciuto che “è legittima la decurtazione dell’assegno di mantenimento” per il fatto che “il coniuge cui spetta l’obbligo dell’assegno “sta pagando per … Continua a leggere

Regime patrimoniale dei coniugi – Acquisto in regime di comunione mediante denaro proprio

Con sentenza n. 10855 dello scorso 5 maggio i giudici della Suprema Corte hanno stabilito che nel caso di acquisto di un bene,  in vigenza di un  regime di comunione legale  tra i coniugi, attraverso l’utilizzo di altro bene, di cui sia certa l’appartenenza al coniuge acquirente prima del matrimonio, l’acquisto dovrà ritenersi escluso dalla comunione legale e di natura … Continua a leggere

Assegno di mantenimento al figlio anche se usufruisce di borsa di studio

da ItaliaOggi I figli che si mantengono, anche all’estero, con delle borse di studio hanno comunque diritto all’assegno di mantenimento da parte dei genitori. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 8954 del 14 aprile 2010, ha respinto il ricorso di un padre condannato a versare alla ex due assegni, uno per lei e l’altro … Continua a leggere

L’ex non affidatario non può contestare le spese straordinarie per i figli.

In regime di affidamento esclusivo, il genitore non affidatario non può contestare le decisioni dell’ex sulle spese straordinarie ed è  obbligato alla contribuzione  delle stesse per i figli minori anche quanto non siano state concordate con l’altro coniuge. Al fine di evitare l’arbitraria scelta di tale spese da parte dell’affidatario, può fare domanda di affidamento congiunto per partecipare quindi a … Continua a leggere

La ex in difficoltà va sostenuta

da ItaliaOggi Ha diritto all’assegno di mantenimento dall’ex la casalinga di mezza età che soffre di depressione. È quanto si evince dalla sentenza della Corte di cassazione n. 4758 del 26 febbraio 2010, con la quale la prima sezione civile ha respinto il ricorso di un uomo che doveva versare un mantenimento di 700 euro al mese in favore della … Continua a leggere