Le convenzioni matrimoniali solo con atto pubblico.

La Corte di cassazione con la sentenza 225 del 2010, ha sancito che le convenzioni matrimoniali che regolano i rapporti patrimoniali dei coniugi, devono risultare da un atto pubblico, altrimenti non sono opponibili ai terzi. Nelle motivazioni redatte dagli Ermellini si evince infatti che “le convenzioni matrimoniali devono essere stipulate a pena di nullità, con atto pubblico che deve fornire … Continua a leggere